Riscrivi la diversità

Concorso letterario

Ri-scrivi la diversità

Per superare le difficoltà che incontra la società nell’accettare e nel relazionarsi con la diversità a partire dal 2015 il CIRAH organizza incontri con gli studenti delle scuole superiori per sensibilizzare i ragazzi su questi delicati aspetti del vivere sociale.

Coerentemente con questi incontri, a partire dall’anno rotariano 2018/2019 è stato promosso il concorso letterario “Ri-scrivi la diversità” che ha coinvolto Studenti e soggetti che hanno partecipano ai corsi CIRAH. Gli studenti sono stati invitati a inviare un elaborato sul tema “Descrivi la diversità” e i nostri allievi sul tema “Vivere la diversità”.  I tre migliori elaborati per entrambe le categorie sono stati  selezionati e premiati.

Tutti gli elaborati ricevuti, qualitativamente molto validi hanno reso difficoltosa la selezione dei premiati. In tutti lo svolgimento è stato aderente al tema proposto che è stato affrontato e trattato in forma diversa: dalla presentazione della propria esperienza personale alla stesura di un racconto vero e proprio. Da tutti i lavori ricevuti è emerso un quadro positivo: quelli dei disabili raccontano di un progressivo inserimento, il fil rouge di quelli degli studenti è la pacata e tranquilla accettazione di persone con le loro caratteristiche comunque positive. Un quadro di speranza che contrasta con ciò che i media comunicano. E’ la conferma che le good news non vengono sottolineate e che solo le cattive notizie fanno notizia e, talvolta, purtroppo anche opinione. L’invio di una pergamena ha permesso di esprimere a tutti i i partecipanti il lusinghiero apprezzamento della giuria e del CIRAH.

1^ edizione

anno rotariano 2018/2019

Tante e intense le emozioni che si sono provate quando il Governatore Franz Muller, leggendo le motivazioni, ha consegnato i premi ai vincitori del concorso letterario RI-SCRIVI LA DIVERSITÀ, durante la cerimonia organizzata dal CIRAH lo scorso 27 maggio.

Image module
1
premio
TABLET
Luana CAIAFA
studentessa CIRAH

“Un cuore grande ma fragile”: forma e stile molto curati; interessante rielaborazione del concetto di diversità che integra esperienza di vita e riflessioni personali.

Un cuore grande ma fragile

Elena Rita ROMAGNOLI
1^D scuola media S. Pertini

elaborato avvincente; stile curato e messaggio molto bello: la disabilità come uno dei “difetti” che caratterizzano e rendono speciale ogni persona: “… tutti siamo diversi ma siamo comunque perfetti così…”

La scommessa

2
premio
HARD DISK
Chantal BRUSCHI SOILI
studentessa CIRAH

riflessione molto introspettiva e personale sul concetto di diversità e sulle proprie esperienze; bellissimi forma e stile.

Aspetta ancora

Luisa FORMISANO
5^A scuola primaria Rovani

orma espositiva con riferimenti storici a personaggi e avvenimenti del passato e collegamenti al presente. Affronta il tema della diversità riferendosi sia all’appartenenza a etnie diverse sia alla disabilità in quanto fonti di possibili discriminazioni.

Diversità

3
premio
PEN DRIVE
Marco CAMPANARO
studente CIRAH

narrazione di sé e della propria esperienza personale dolorosa caratterizzata da continue prove e difficoltà che diventano però stimolo a mettersi in gioco e a migliorarsi.

Ripartire da zero

Lorenzo CAMPISI
1^D scuola media S. Pertini

elaborato molto avvincente; bella forma; racconta la disabilità come spinta e stimolo a raggiungere grandi obiettivi.

La Visione

Superare il concetto di diversità, per agevolare la vera vita sociale ed un reale coinvolgimento lavorativo delle persone con disabilità.